Mi ha sorpreso il Vangelo di questa mattina: la bella notizia di un fallimento. O forse no. Perché ormai con Gesù non si può essere sicuri di nulla, tanto riesce a sconvolgere consuetudini e preconcetti. Così si narra di Pietro, Tommaso, Natanaele, Giacomo, Giovanni e altri due, i quali, dopo l’isterica esultanza di Pasqua, tornano...