quasi un diario di viaggio, come chi pur non essendo mai a casa, si sente sempre accolto
Dino Pirri
Blog curato da Dino Pirri
Archivio mensile: febbraio 2012

L’amore riservato ai bellissimi

Nel giorno di San Valentino, patrono degli innamorati, mi piace condividere questo articolo trovato su Popotus, l’inserto di Avvenire dedicato ai bambini. Con la convinzione che quello che diciamo ai piccoli, spesso è bene che lo teniamo presente anche nella vita “da grandi”. Allora, buona festa a tutti gli innamorati! Sguardo intenso, zigomo prominente, fisico...

Vittorio Bachelet

VITTORIO BACHELET il 12 febbraio 1980, al termine di una lezione, mentre conversa con la sua assistente Rosy Bindi, viene assassinato da un commando delle Brigate Rosse nell’atrio della facoltà di Scienze politiche de La Sapienza, con sette proiettili calibro 32. Scrive nel 1976: La stagione dei congressi dei partiti è attesa con ansia mista a...

LE FOIBE! Ricordare per essere diversi

Gli eccidi delle foibe ed il successivo esodo costituiscono l’epilogo di una secolare lotta per il predominio sull’Adriatico orientale, che fu conteso da popolazioni slave (prevalentemente croate e slovene, ma anche serbe) e italiane. Tale lotta si inserisce all’interno di un fenomeno più ampio e che fu legato all’affermarsi degli stati nazionali in territori etnicamente...

Bisogna trasformare la società!

Giorgio La Pira (1904-1977) “…Il nostro «piano» di santificazione è sconvolto noi credevamo che bastassero le mura silenziose dell’orazione! Credevamo che chiusi nella fortezza interiore della preghiera noi potevamo sottrarci ai problemi sconvolgitori del mondo; e invece nossignore; eccoci impegnati con una realtà che ha durezze talvolta invincibili. …Abbiamo veramente compreso che la «perfezione» individuale...

I giorni della merla

Basta un po’ di neve e siamo costretti a rivedere i progetti, annullare appuntamenti, andare più adagio, rimanere a casa al caldo….allora si può! La frenesia e l’accelerazione non sono necessarie alla nostra vita! Pensiamoci anche dopo la neve.
Quanto sei contestabile Chiesa!

Quanto sei contestabile Chiesa!

Carlo Carretto Quanto sei contestabile, Chiesa, eppure quanto ti amo! Quanto mi hai fatto soffrire, eppure quanto a te devo! Vorrei vederti distrutta, eppure ho bisogno della tua presenza. Mi hai dato tanti scandali, eppure mi hai fatto capire la santità! Nulla ho visto al mondo di più oscurantista, più compresso, più falso e nulla...